Tè verde: la storia, le varietà, la composizione (terza ed ultima parte)

1851151_image2_1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LE PROPRIETÀ DEL TÈ VERDE

Cardiovascolari

  • Studi realizzati nel Cedars-Sinai Medical Center dimostrano che il tè verde blocca la formazione di placche nelle arterie (arteriosclerosi).
  • La EGCG e la teaflavina digallato evitano o ritardano l’ossidazione dei tocoferoli contenuti nelle LDL, inibendone così l’ossidazione.
  • I flavonoidi contenuti tanto nel tè verde quanto nel tè nero (quercetina, miricetina e kaempferolo) inibiscono l’ossidazione delle LDL permettendo la rigenerazione dei tocoferoli
  • Il consumo di tè verde produce induce ipocolesterolemia.
  • Il consumo di tè verde inibisce l’attività della lipasi intestinale (pancreatica), diminuendo così la capacità idrolitica degli enzimi sui grassi. Questo effetto si traduce in un minor assorbimento dei trigliceridi (come monogliceridi) e di colesterolo. (11).

Perdita di peso

Il Tè verde ha proprietà termogeniche e promuove l’ossidazione dei grassi. Grazie alle catechine, che inibiscono l’enzima che degrda la norepinefrina dando luogo a un aumento o a un effetto più prolungato della norepinefrina che induce termogenesi e metabolismo dei grassi. Benché promuovano termogenesi e ossidazione dei grassi, non aumentano il ritmo cardiaco, per tanto possono usarsi in individui obesi con ipertensione e altre complicazioni cardiovascolari. (11)

  1. Migliora l’equilibrio energetico.
  2. Riduce il colesterolo e i livelli di glucosio nel sangue e la loro influenza nel grasso corporeo.
  3. Stimola la beta-ossidazione nel fegato.

Esiste una forte evidenza che il tè verde posa essere efficace nella stimolazione della termogenesi, aumentando la spesa calorica, promuovendo l’ossidazione ei grassi e controllando il peso. (13)

Osteoporosi

Tre studi su donne inglesi e canadesi e su uomini e donne taiwanesi, hanno dimostrato che un consumo regolare di tè era associato a una maggiore densità ossea. La frattura dell’anca è una delle conseguenze più serie dell’osteoporosi. Uno studio condotto nei paesi del mediterraneo ha visto che un basso consumo di tè era associato a un maggior rischio di frattura dell’anca in uomini e donne. (11)

Il meccanismo di azione sulla densità ossea non è chiaro, però si pensa che il contenuto di fluoro e/o i polifenoli giochino un ruolo importante. I polifenoli potrebbero preservare la massa ossea attraverso un effetto estrogenico, diminuendo lo stress ossidativo o alterando l’espressione dei geni. (11)

Carie dentali 

Le concentrazioni di fluoro nel   sono comparabili a quelle raccomandate per prevenire le carie dentali. Il tè verde inibisce la produzione e la crescita di acido dei batteri produttori di carie in vitro. Uno studio su più di 6.000 ragazzi di 14 anni in Inghilterra ha evidenziato che quelli che bevevano tè avevano significativamente meno carie di quelli che non lo bevevano. (11)

L’estratto di tè verde ha un effetto battericida, diminuisce l’attività dello Streptococcus Mutans e del maltosio in bocca dopo il consumo di tè verde: i batteri generano una placca o biofilm che aderisce al dente per poi essere attaccata dall’acido lattico che disintegra il dente, e i polifenoli del tè inibiscono gli enzimi batterici che dissolvono il dente. (15)

I Polifenoli del tè come EGCC ed ECG possono inibire la crescita di differenti batteri Gram + e Gram-, e in caso di Staphylococcus aureus possono far regredire la resistenza al trattamento con antibiotici beta lattamici. (17)

 

 Calcoli Renali

Due grandi studi hanno dimostrato che il rischio di sviluppare calcoli renali sintomatici è diminuito dell’8% nelle donne e del 14% negli uomini che consumavano una tazza di tè (235 ml) al giorno. I calcoli renali sono epidemiologicamente analoghi all’arteriosclerosi nel meccanismo, nella composizione della calcificazione e nell’età di insorgenza. La calcificazione è inibita dagli antiossidanti. Il tè verde contiene il 13% di catechine con un effetto antiossidante. Negli studi effettuati, il trattamento con il tè verde ha diminuito l’escrezione di ossalato nelle urine e la formazione di ossalati di calcio.   (11)

Proprietà Antiossidanti

Il tè verde è un antiossidante efficace che offre una chiara protezione contro il danno indotto sperimentalmente sul DNA e può evitare o ritardare l’inizio e la progressione di attività cancerogene.

La catechina fondamentale del tè verde, EGCG, sembra inibire la crescita di cellule cancerogene così come gioca un ruolo nella stimoazione dell’apoptosi. (12)

Metabolismo del Colesterolo:

polifenoli oltre a ridurre il danno cellulare dovuto ai radicali liberi, agiscono inoltre inibendo l’ossidazione del colesterolo LDL. Due azioni che inibiscono o riducono la formazione di placche aterosclerotiche.

Esiste una forte evidenza che il tè verde può essere efficace nella stimolazione della termogenesi, aumentando il consumo calorico, promuovendo l’ossidazione dei grassi e controllando il peso corporeo. (13)

Il tè verde riduce i livello di LDL riducendo così il rischio di malattie cardiovascolari e aumenta i livelli di HDL.(18)

La PCR (proteina C reattiva) è un marcatore dell’infiammazione arteriosa e l’infiammazione gioca un ruolo importante nella malattia cardiovascolare: il tè diminuisce la PCR. La EGCG inibisce la perossidazione dei lipidi, l’ossidazione del colesterolo LDL, associato a un maggio rischio di malattie cardiache. (18)

IMG_5279-300x200Diabete:
Tra gli usi tradizionali del tè verde, c’è il controllo dei livelli di zucchero nel sangue: studi su animali suggeriscono che potrebbe prevenire lo sviluppo di Diabete di tipo I (DMI) e aiutare a controllare il Diabete di tipo II (DMII). (19)

 Malattie infiammatorie  intestinali:

Il tè verde può ridurre l’infiammazione associata al morbo di Chron e alla colite ulcerosa per il suo effetto antinfiammatorio e antiossidante. (19)

 

LA CAFFEINA:

1024px-Caffeina_struttura.svg

Il tè contiene caffeina, teobromina (cacao) e teina, la caffeina è la responsabile dello stato di allerta per il suo effettostimolante sul sistema nervoso centrale (SNC), per questo è un rimedio contro la sonnolenza e per perdita di attenzione.(14)

La caffeina è un alcaloide che si trova anche nel tè e che agisce come pesticida naturale, visto che serve per evitare l’attacco di insetti che si alimentano di foglie. (16)

Migliora il rendimento fisico negli atleti apportando con più facilità energia ai muscoli. Il tè è efficace anche per la sbornia dato il suo contenuto di caffeina. 14)

Il contenuto di caffeina è del 0,1-0,2%, ovvero circa 15-30 mg di caffeina a tazza, quantità sufficiente per produrre alterazioni come nervosismo e ansietà. Nei tè Oolong e nero la quantità è maggiore.(14)

Il motivo per il quale il tè verde non è eccitante tanto quanto il caffè è dovuto alla presenza di L-Teanina e EGCG (gallato di epigallocatechina) che limitano l’effetto stimolante della caffeina.(14)

Tipo di Tè       Caffeina (mg/litro)
Verde               40-211
Nero                 177-303
Caffè                306-553

L-TEANINA

images

 

 

 

 

 

 

È un aminoacido non essenziale che si trova nel tè verde ed è più del 50% del totale di aminoacidi liberi contenuti nel tè.

Pare che questo aminoacido attraversi la barriera ematoencefalica, influenzando l’attività delle onde cerebrali, e avendo una possibile influenza su neurotrasmettitori come dopamina e serotonina per cui potrebbe avere un effetto positivo nello stress, nell’ansietà o nella depressione, oltre al fatto che sembra contrastare le proprietà eccitanti della caffeina.

Stimola infatti la produzione di onde alfa, creando uno stato di rilassamento e allerta mentale come quello che si ottiene in meditazione, ed è implicato anche nella formazione di GABA (Acido amino-gamma-butirrico), neurotrasmettitore inibitore che influisce sui livelli di dopamina e serotonina incidendo sullo stato d’animo e sul rilassamento.

La L-teanina non altera il sonno, visto che non altera le onde Theta.

La L-teanina possiede la capacità di aumentare le onde alfa, onde che si producono quando una persona è rilassata. .(14)

Sembra avere altresì un effetto protettore sulle cellule sane durante la chemioterapia grazie al suo effetto antiossidante.

Le dosi raccomandate variano tra i 50 a 600 mg al giorno, in caso di ansietà tra i 100 e 400 mg al giorno: gli effetti cominciano a notarsi 30 40 minuti dopo l’assunzione.

green-tea

APPLICAZIONI

  1. Prevenzione del cancro.
  2. Antiossidante.
  3. Coadiuvante nel trattamento del tumore: la EGCG inibisce l’attività dell’enzima telomerasi, inducendo la senescenza cellulare di cellule tumorali in provetta, rendendole più vulnerabili all’azione di agenti terapeutici chimici e fisici usati nel trattamento del cancro.
  4. Colesterolo LDL alto e per prevenire le placche aterosclerotiche.
  5. Effetti ipocolesterolemizzanti e vasodilatatori.
  6. Perdita di peso.
  7. Alleviamento sintomi premestruali.
  8. Prevenzione carie dentali e malattie gengivali.
  9. Coadiuvante nella prevenzione dei calcoli renali.
  10. Azione battericida.
  11. Sopprime l’alitosi agendo contro le trimetilammine e l’ammoniaca causa di alito cattivo.

INTERAZIONI FARMACOLOGICHE

FARMACO AZIONE INTERAZIONE
Adenosina Cardiotonico Inibizione
Beta-lattamici Antibiotici Migliora l’effetto
Benzodiazepine Ansiolitico, sedante Riduzione dell’ effetto (caffeina)
Warfarina Anticoagulante Riduzione dell’ effetto (vitamina K)
Clozapina Antipsicotico Riduzione dell’ effetto
Efedrina Broncodilatatore Aumento dell’effetto
IMAO Antidepressivi Crisi ipertensive
Anticontraccettivi Evita la gravidanza Aumenta l’effetto della caffeina
Quinoloni

·      Ciprofloxacina

·       Enoxacina

·       Norfloxacina

Antibiotici Aumenta l’efficacia e il rischio di effetti secondari

Altre interazioni: Teofilina, fenobarbital, metotrexato, carbamazepina, acetaminofene.

Il materiale proposto in questi tre articoli è solo a fini educativi, non può e non deve rimpiazzare il consiglio di un medico

FINE TERZA PARTE

Traduzione Giorgio Carducci

 Sr. Pascual Martinez (Barcellona)

Dietista Nutrizionista (Membro dell’Associazione Spagnola Dietisti-Nutrizionisti)

Vitacultor por Instituto Español de Vitacultura y Antroponomía, Máster en Musicoterapia Aplicada por la A.H.A.M.A., Naturopatia y Homeopatia por C.E.N.A.C.

Contatto: www.lasendanatural.com

Per rimanere sempre aggiornato sui nostri articoli e su molto altro iscriviti alla nostra newsletter.

Bibliografia (in lingua)

1. Wikipedia
2. EL CONSUMO TE Y LA SALUD:(Alfonso Valenzuela B.) Laboratorio de Lípidos y Antioxidantes, Instituto de Nutrición y Tecnología de Alimentos, Universidad de Chile. Santiago, Chile.
3. (Extracto del libro “Tiempo de té” de Inés Bertón)
4. 
http://es.geocities.com/elteysuhisotira/
5. Los Flavonoides como Promisorios Agentes Preventivos y Terapéuticos Virginia Martin. Acta Farnz. Bonaerense 19 (4): 303-8 (2000)
6. Los flavonoides: propiedades y acciones antioxidantes S. Martínez-Flórez, J. González-Gallego, J. M. Culebras* y M.ª J. Tuñón Departamento de Fisiología, Universidad de León y *Hospital de León. España
7. Vinson J, Dabbagh Y, Serry M, Jang J. Plant flavonoids, especially tea flavonols, are powerful antioxidants using an in vitro oxidation model for heart disease. J Agric Food Sci 1995; 43: 2800-2802.
8. Balentine DA, Wiseman SA, Bouwens LC. The chemistry of tea flavonoids. Crit Rev Food SciNutr 1997; 37: 693-704.
9. Higdon JV, Frei B. Tea catechins and polyphenols: health effects, metabolism, and antioxidant functions. CritRevFoodSciNutr 2003; 43: 89-143.
10. EL CONSUMO TE Y LA SALUD: CARACTERÍSTICAS Y PROPIEDADES BENEFICAS DE ESTA BEBIDA MILENARIA Revista chilena de nutrición versión On-line ISSN 0717-7518
11. 
http://www.lambertsusa.com/articles.php?content_id=111&zx=1280
12. Benzie IF, Szeto YT, Strain JJ, Tomlinson B. Consumption of green tea causes rapid increase in plasma antioxidant power in humans. Nutr Cancer. 1999; 34(1):83-7.
13. Dulloo AG, Duret C, Rohrer D, Girardier L, Mensi N, Fathi M, Chantre P, Vandermander J. Efficacy of a green tea extract rich in catechin polyphenols and caffeine in increasing 24-h energy expenditure and fat oxidation in humans. Am J ClinNutr. 1999 Dec; 70(6):1040-5.
14. 
http://www.itoen.co.jp/eng/allabout_greentea/components_benefit.html

Link alla PRIMA PARTE DELL’ARTICOLO

Link alla SECONDA PARTE DELL’ARTICOLO

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *


*