blog humana orto.

Curiosamente, nella società attuale “dell’abbondanza” il 90% della popolazione presenta carenze di nutrienti. Molti lavori scientifici di tipo epidemiologico realizzati a grande scala negli USA ed Europa (Hanes 1 e SU.VI.MAX), svelano che ben l’80% della popolazione è fortemente deficitario dei principali nutrienti (subcarenze multiple).
Ci sono un gran numero di fattori responsabili di questa carenza di nutrienti come l’inquinamento, lo stress, le cattive abitudini alimentari, la notevole fatica a cui attualmente sono sottoposti gli individui. Tutto quanto è di vitale importanza per la salute.

Che cos’è la nutrizione ortomolecolare?

La nutrizione ortomolecolare fondamentalmente fornisce i nutrienti necessari alla cellula, alle giuste dosi e nel modo più efficace affinché la struttura base della vita organica sviluppi con pienezza le funzioni per le quali fu creata. Questo è senza dubbio, se non l’unico, il modo più efficace e naturale di combattere i problemi legati all’invecchiamento, e rappresenta un aiuto prezioso nel raggiungere gli obbiettivi di qualsiasi specialità terapeutica. La parola greca “orto” significa giusto. Per tanto la definizione “nutrizione ortomolecolare” sta a significare la nutrizione che alimenta nel modo corretto la molecola (e quindi la cellula). Questo termine fu coniato per il due volte premio Nobel biologo Linus Pauling.
La nutrizione Ortomolecolare cerca di ottimizzare la regolazione biologica dell’organismo:
1. Utilizzando per l’individuo elementi esistenti in natura.
2. Associandoli e dosandoli allo scopo di ottenere l’effetto di complementarità dinamica più efficace possibile. Vale a dire che la nutrizione ortomolecolare apporta all’organismo i nutrienti (vitamine, minerali, acidi grassi, aminoacidi, ecc.) di cui abbisogna e soprattutto nelle quantità necessarie per poter funzionare correttamente.

A cosa serve?

Una buona nutrizione è utile tanto nella prevenzione quanto come possibile supporto quando ci si trova un uno squilibrio che può causare un peggioramento della salute, o addirittura la sua perdita. Contribuisce quindi a mantenere uno stato di salute ottimale.

Perché?

L’organismo è un sistema biochimico che funziona grazie ai nutrienti che riceve. Senza i nutrienti sufficienti e nelle giuste dosi esso non potrà esercitare le sue funzioni correttamente e questo, col tempo, rischia di produrre una compromissione dello dello stato di salute e un invecchiamento prematuro.
La nutrizione ortomolecolare è il miglior modo di fornire i nutrienti necessari all’organismo per conservare un buono stato di salute, frenare l’invecchiamento e gli stati degenerativi. Indipendentemente dai dati ottenuti dagli studi epidemiologici, esistono una serie di fattori e circostanze che danno fondamento alla necessità di utilizzare supplementi nutrizionali destinati a raggiungere livelli ottimali dei nutrienti nel corpo.

Differenza tra un nutriente e una medicina

Un nutriente è una sostanza di provenienza esogena o endogena nonché parte integrante del metabolismo cellulare, la cui funzione è quella di nutrire.
Una medicina è una sostanza di provenienza esogena, la cui funzione è quella di modificare o sostituire certi aspetti del metabolismo cellulare.
I complementi nutrizionali non sono quindi una medicina, ma sono nutrienti che però hanno una funzione fondamentale all’interno del nostro organismo e ne garantiscono il buon funzionamento, sistema immunitario compreso.